SposiaVarese - portale sul matrimonio in provincia di Varese - ristoranti, rinfreschi, gioiellerie, abiti da sposa, bomboniere, cerimonie, fotografi..
     
   
SposiaVarese - Per un matrimonio da sogno in provincia di Varese
 
 
   
 
   
 
   
 
 

L'abito della sposa
 

L'abito della sposa rappresenta una delle scelte per le quali è più difficile fornire indicazioni precise perchè risponde sempre a gusti personali.
L'unico suggerimento è quello di attenersi alla massima semplicità.

L'abito può essere poi realizzato con materiali preziosissimi senza per questo diventare eccessivo o ridondante.
Così, se per il matrimonio in campagna, è consigliabile l'abito in pizzo, chiffon, organza, per il matrimonio mattutino in città

vanno bene il cadì, lo shantung o il mikado, con linee molto scivolate, mentre la sera si azzardano scollature e tessuti che danno luminosità al volto.

Ricordate in ogni caso che un abito da sposa, oltre ad essere elegante ed originale, deve essere pratico e comodo. Infatti dovrà essere indossato per sette od otto ore e dovrà essere sempre perfetto, sia sotto l'occhio impietoso della macchina fotografica che delle invitate, senza dimenticare gli effetti di eventuali condizioni climatiche avverse.

Il velo e lo strascico sono da riservare alle grandi cerimonie sfarzose in chiesa e con spose molto giovani, senza dimenticare che il velo dovrà poi essere subito tolto appena si arriva al ricevimento.

La tradizione vuole che la sposa indossi nessun altro gioiello, oltre agli orecchini e all'anello di fidanzamento. Le scarpe dovranno essere dello stesso colore del vestito e dotate di un tacco proporzionato all'altezza dello sposo.

Nel caso di spose non più giovanissime o di chi decida di sposarsi solo civilmente, l'abito ideale rimane quello corto, in particolare il tailleur, possibilmente color pastello, accompagnato da camicetta in seta, calze velate colore naturale, gonna al polpaccio o sopra il ginocchio, cappello e l'immancabile bouquet.

In ogni caso l'acquisto dell'abito non deve essere fatto alla leggera, ma deve essere una scelta ponderata in funzione della propria personalità, del proprio stile e del fisico di ognuna.

Ecco alcuni consigli che vi potranno tornare utili.

SE SIETE PICCOLA e avete una figura minuta, privilegiate le forme semplici e lineari con tessuti morbidi. l'obiettivo è quello di slanciare la figura, scegliete quindi uno stile impero o a trapezio, moderatamente ampio. un abito troppo ricco in ampiezza tende a comprimere la figura. non rinunciate al velo, ma sceglietelo discreto e senza diadema. la pettinatura sarà alta per allungare la figura.

SE SIETE ALTA, vi potete permettere qualsiasi stile. una longilinea opterà per un abito aderente che mette in risalto le forme. ma in generale, poiché qualsiasi stile è permesso, potrete scegliere l'abito che più si adatta alla vostra personalità: diritto e semplice per le più sagge, ricco di dettagli preziosi e volumi per colei che si sente principessa, a pelle per le più audaci.

SE SIETE TONDA, adottate linee a trapezio o stile impero che attenuano le rotondità. se avete un seno generoso, osate un bel decolleté con spalline larghe. adottate tacchi alti, evitate voile, pizzi e modelli troppo vaporosi, meglio essere sobrie.

SE AVETE UN SENO PICCOLO, scegliete un abito scollato con ricami, riporti e sbuffi all'altezza del seno, indossate un reggiseno a balconcino. un abito vaporoso in seta cruda o in organza farà al caso vostro.

SE AVETE FIANCHI LARGHI, ma siete magre, indossate un abito stretto in vita. anche le forme trapezoidali slanciano la figura. mettete in evidenza il busto, evitando abiti aderenti sui fianchi. sconsigliati gli abiti troppo vaporosi.

SE AVETE UN SENO CORPOSO, adottate un abito a bustino, aderente, privo di fronzoli che appesantiscono la figura.

La tradizione vuole anche che la sposa, in segno di portafortuna, indossi "Something old - something new - something borrowed - something blue", vale a dire un indumento vecchio, uno nuovo, uno prestato ed uno blu. Nulla di più facile da realizzare.

Per saperne di più, vedi : Le soluzioni/Per gli sposi/ Abiti da sposa

L'abito dello sposo

Anche se quasi certamente il giorno del matrimonio saranno essenzialmente la sposa ed il suo abito ad essere al centro dell'attenzione degli ospiti, lo sposo non potrà che risultare il più elegante tra i convenuti di sesso maschile e dovrà quindi anch'egli porre particolare attenzione al suo abito. La scelta varierà in funzione del tono e del tipo di cerimonia e soprattutto in funzione dell'orario.

Per una cerimonia molto elegante celebrata nel pomeriggio, il tight rappresenta la soluzione ideale. Esso è composto da una giacca in flanella pettinata con ampi revers a coda di rondine sulle tonalità dal grigio scuro al nero, pantaloni a righe senza risvolto e panciotto grigio perla. Viene indossato su una camicia bianca in popeline, assolutamente non trasparente che non deve avere bottoni sul colletto per non risultare troppo sportiva. Se sono previsti i gemelli ai polsi, questi
dovranno avere un design semplice in oro o smalto, senza pietre e brillantini.
La cravatta sarà in seta stampata a disegni geometrici sui toni grigi: ricordatevi che è sempre una cerimonia molto formale e quindi è preferibile evitare accessori fantasiosi o troppo originali. In alternativa potrà essere sfoggiato un romantico plastron, il fazzoletto in seta largo circa 8 cm, sempre a righe, sui toni del grigio, con il quale avvolgere lo sparato della camicia.

Le calze saranno nere, di cotone leggero, naturalmente lunghe con scarpe in vitello nero, modello Oxford lisce, cioè non traforate.
All'occhiello sinistro del rever della giacca dovrà comparire la boutonniére, cioè una gardenia, un garofano, una camelia a seconda dei gusti, ma assolutamente di colore bianco.
All'abito vanno abbinati cappello a cilindro e guanti grigi . Se lo sposo indossa il tight, lo stesso abito dovrà essere scelto dal padre, dal suocero, dai fratelli e dai testimoni.
Per un matrimonio religioso meno formale o per quello civile, il gessato blu o grigio costituisce

sempre la soluzione ideale. Taglio classicissimo e stoffe non troppo pesanti sono gli ingredienti di un buon abito che dovrà sempre essere accompagnato da scarpe di vitello nero, lisce e con stringhe. La camicia bianca, con o senza gemelli, rimane sempre la soluzione migliore, ma anche quelle a righe, purché non vistose, o celesti, possono andare bene: vietatissimi i bottoni sul colletto. Una cravatta seria e calze scure rappresentano i logici complementi.

Per saperne di più, vedi : Le soluzioni/Per gli sposi/Abiti da sposa e sposo Oppure: Le soluzioni/Per gli sposi/Abiti da sera e da cerimonia

 

 

 
 
 
   
 
 
 
 

 

SPOSI A VARESE - Per un matrimonio da sogno in provincia di Varese